Il prendersi cura nel lavoro psicologico e nel lavoro sociale. Tra integrazione e separazione.

Convegno nell’ambito del network itinerante sul tema: Aver cura dei sistemi di cura.
Promosso da ASVEGRA e Scuola di specializzazione in psicoterapia della Coirag in collaborazione con APG (Milano) e Laboratorio di gruppoanalisi (Palermo, Roma, Torino).
Abbazia di Praglia, Teolo, loc. Bresseo (Padova), Centro convegni; venerdì 30 settembre e sabato 1 ottobre 2005


Con il patrocinio di:
Azienda Unità Socio Sanitaria Locale n.16 Padova; Azienda Ospedaliera di Padova; Centro studi e ricerche della COIRAG;
Fondazione Zancan PADOVA; Ordine Provinciale dei medici chirurghi e degli odontoiatri di Padova; Ordine degli psicologi Regione del Veneto

Sono stati chiesti crediti E.C.M. per Educatori, Medici, Psicologi

Presentazione
Il “mentale ed “il sociale” sono due vertici di riferimento che è difficile separare, per chi lavori sul versante psicoterapeutico e/o nel campo dell’assistenza sociale.
Vogliamo solo ricordare che i punti d’incrocio tra questi due vertici sono frequenti: riprendiamo soltanto la problematica sollevata anni fa sull’ipotesi dell’origine sociale della malattia mentale
cui faceva da contrappunto la delusione provata da molti operatori del sociale nell’affrontare persone socialmente bisognose con un esclusivo riferimento sociale.
Non di rado, fallito ogni altro sforzo, un paziente psichiatrico diventa “sociale” ed un assistito dai servizi sociali diventa “psichiatrico”.
In realtà, è difficile pensare ad un individuo senza pensare ad un gruppo con cui si relaziona e ad una società in cui vive; è pure difficile pensare ad “un sociale” senza gli individui che lo compongono nella loro irriducibile individualità e gruppalità.
Nella pratica assistenziale la separazione tra questi due riferimenti può essere utile come un momento per focalizzare un problema ma alla lunga rischia di portare verso una deriva poco rielaborabile.
Non è un caso che il rapporto psico-sociale sia nato nel campo assistenziale delle psicosi che ha fatto superare il concetto di psiche come un apparato autonomo per proporre quello di un processo aperto, collocato sull’entourage e strettamente collegato con questo (Resnik, Racamier, Sassolas, Boccanegra). Quest’ipotesi, ben lungi da essere utilizzabile nel campo esclusivo della psicosi può essere fertilmente applicata ad altri problemi psicopatologici.
Restano oggi aperti i grossi problemi legati alla possibilità che alcuni disturbi mentali abbiano una loro componente nei problemi sociali individuali e/o di gruppo ed alla possibilità che problematiche che si presentano come sociali (per es. vagabondi, homeless etc) possano rappresentare anche una modalità per stimolare una presa in carico “legittima”, dignitosa, e sicuramente meno angosciante di quanto non potrebbe essere la mentalizzazione del proprio bisogno di dipendenza.
E’ utile interrogarsi su quali siano i fantasmi psicologici che possano essere ospitati in una problematica sociale e quali siano i problemi primariamente sociali che possano produrre importanti correlati di sofferenza psichica. La sensazione è che la compresenza delle due componenti rappresenti la regola e che il rapporto psichico/sociale sempre presente nella realtà si proponga come un problema di mentalizzazione di una zona di confine spesso inesplorata.
Una riflessione su questi temi potrebbe essere utile per creare un vertice di pensiero sui canali di scambio tra queste due componenti anche allo scopo di pensare le derive che possono consolidarsi in una sorta di “concretizzazione” della mente o psicologizzazione del sociale.

Venerdì 30 settembre 2005

SESSIONE DEL MATTINO

Ore 9,00 Introduzione dr. Andrea Dallaporta; dr. Renato De Polo; dr. Sergio Fava: “Mentale e
sociale; problemi e risorse in una zona di confine.”
Prof. Eugenio Gaburri: “L’Io il Noi e la Cura.”
Ore 11,15 Intervallo
Ore 11,30 Lavoro in gruppi tematici proposti e condotti dalle consociate.

1) APG : Una riflessione sulla complessità dell’approccio di cura di fronte alle patologie emergenti.
Relatore: dr. Maria Vittoria Metelli
Conduttore: dr. Velia Ranci
Recorder: dr. Cristina Redaelli

2) ASVEGRA: Riflessione sul lavoro in contesto strutturato come servizio sociale.
Relatori: dr. Bruno Gentile, dr. Anna Rita Barbuzzi
Conduttore: dr. Franco Fasolo
Recorder: dr. Marco Bonamici

3) LABORATORIO GRUPPOANALISI: Ri-cucire reti e macramè: riflessione sul lavoro in contesti scarsamente strutturati (lavoro di strada).
Relatori: dr. Luca Salomone, dr. Calogero Lo Piccolo, dr. Raffaele Barone
Conduttore: dr. Silvana Koen
Recorder: dr. Maria Laura Sunseri

4) SIPSA (BO): Riflessione sulle implicazioni del lavoro psicologico e del lavoro sociale (collettivo organizzativo) in ambito formativo.
Relatore e Conduttore: prof. Roberto Pani
Recorder: dr. Roberta Biolcati

5) Sede di Padova Scuola di psicoterapia Coirag, Training ARIELE psicoterapia, AS.VE.GR.A, S.I.P.S.A. (BO): La funzione psicoterapeutica e la formazione.
Riservato agli studenti laureandi in medicina e psicologia, e ai neo laureati.
Conduttori e relatori: dr. Margherita Ghellini, dr. Nicoletta Livelli, dr. Vito Sava.
ORE 13,00 PAUSA PRANZO
Ore 14,00 per chi lo desidera visita guidata all’Abbazia.

SESSIONE POMERIDIANA

Ore 15,00 Coordinatore Prof. Roberto Pani
Prof. ssa Lia Sanicola: “L’intervento di rete tra approccio clinico e comunitario.”

Ore 16,00 Prosecuzione del lavoro dei gruppi n. 1,2,3,4. Composizione dei gruppi invariata.

Ore 17,30 Conclusione del lavoro dei gruppi.
Conduttori, Relatori e Recorders elaborano una sintesi scritta per punti che servirà da traccia per la ripresa del lavoro di gruppo l’indomani mattina.

Sabato 1 ottobre 2005

SESSIONE DEL MATTINO

9,00 Ripresa del lavoro dei gruppi n.1,2,3,4,5 composizione dei gruppi invariata.
Per i gruppi 1,2,3,4: Presentazione della sintesi scritta dai conduttori, relatori e recorders.
Elaborazione di apporti integrativi. Un breve testo scritto verrà lasciato agli atti.
Per il gruppo n. 5: Prosegue il lavoro sul tema della funzione psicoterapeutica e della formazione.

10,45 intervallo

11,00 TAVOLA ROTONDA SUL TEMA DEL CONVEGNO.
Coordinatore dr. Giacomo Di Marco
Partecipano: i relatori: prof. E. Gaburri, prof. ssa Lia Sanicola, dr. S.Fava; i rappresentanti delle consociate: A.P.G. dr. Andrea Giannelli, AS.VE.GR.A. dr. F. Fasolo, Laboratorio di GruppoAnalisi dr. U. Corino, SiPSA di Bologna; prof. Roberto Pani

Dialogo con i partecipanti.
13,00 Conclusione. Elaborazione questionari di valutazione

SCHEDA DI ADESIONE.

Quota di adesione: € 130 (I.V.A. compresa)
Quote ridotte (per soci consociate COIRAG, Allievi scuole di specializzazione in psichiatria e psicoterapia; Allievi scuola COIRAG): € 70
Allievi COIRAG dei training: Ariele Psicoterapia, ASVEGRA, SiPSA: €35
Quota Laureandi e neolaureati: € 15
Prenotazione per il pranzo del 30-9-05: €. 30

La quota d’iscrizione da diritto: a partecipare alle attività del convegno, ai coffè break, alla visita guidata all’Abbazia.
Il numero massimo di iscrizioni è di 130 persone.
Per questioni organizzative raccomandiamo di effettuare l’iscrizione entro il 10 settembre 2005. Oltre tale data non potremo assicurare la partecipazione all’evento.

Data la limitatezza della pausa e l’ubicazione della sede del convegno lontana da centri abitati, è consigliabile prenotare il pranzo del giorno 30 settembre, ricco buffet caldo-freddo, che verrà servito presso la sede del convegno al costo di €. 30.
Per evidenti motivi il pranzo potrà essere servito soltanto a coloro che l’avranno prenotato entro il termine del 10-9- 05.

Published in: on settembre 25, 2005 at 9:00 am  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://pagineblu.wordpress.com/2005/09/25/il-prendersi-cura-nel-lavoro-psicologico-e-nel-lavoro-sociale-tra-integrazione-e-separazione/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: