La morte, il lutto, la perdita. Il significato della morta nella nostra vita quotidiana

Il seminario è rivolto a tutti coloro che, per lavoro (medici, infermieri,
psicologi, professioni di aiuto) o per motivazione personale, desiderano
confrontarsi sul tema della morte, il lutto, la perdita.
Roma, sabato e domenica 25 e 26 febbraio 2006, ore 9,30 – 18

Il seminario focalizzerà l’attenzione sulle emozioni e i sentimenti connessi all’ evento di passaggio vita-morte. Verranno alternati momenti di meditazione, immaginazioni guidate ed esperienze di relazione – che aiuteranno ad affrontare i contenuti proposti dal punto di vista emotivo, esistenziale e spirituale – a momenti di condivisione nei quali ciascun
partecipante avrà la possibilità di parlare ed esprimersi riguardo ai propri vissuti.

PROGRAMMA

SABATO 25

– Presentazione e condivisione delle proprie motivazioni alla partecipazione al seminario

– Pratica dinamica di consapevolezza
– Esperienza pratica sulla Fiducia: in se stessi, nell’altro, nella vita

Pausa
– Meditazione guidata sul valore della Fiducia quello slancio verso l’infinito fonte della forza del saper vivere e del saper morire

– Espressione grafica

– Condivisione ed elaborazione dei contenuti interni emersi nell’esperienza
Pausa pranzo
– Esperienza pratica sulla Perdita: il lasciar andare come riduzione o come pienezza di sé?

-Meditazione scritta

Pausa
– Meditazione guidata sul Lutto: la reazione di opposizione e il bisogno di trattenere e l’accettazione come essere d’accordo con quello che succede

– Condivisione ed elaborazione dei contenuti interni emersi nell’esperienza

DOMENICA 26

– Condivisione di eventuali riflessioni, vissuti emotivi, sogni sull’esperienza del giorno prima

– Esperienza pratica sulla revisione della propria vita di fronte alla realtà della morte

– Espressione grafica

Pausa

– Psicodramma

– Breve condivisione

Pausa pranzo

– Immaginazione guidata sull’esperienza della morte

Pausa

– Condivisione ed elaborazione dei contenuti interni emersi nell’esperienza

CONDUTTRICI
Bianca Pescatori
psicologo psicoterapeuta ad orientamento psicodinamico e transpersonale. Ha una formazione in psicologia oncologica. Pratica da anni meditazione buddista secondo la tradizione theravada e integra nella sua pratica terapeutica tecniche di auto-osservazione della tradizione spirituale
orientale. Collabora con l’Associazione di psiconcologia Moby Dick ove svolge attività clinica e didattica

Raffaella Restuccia
psicologo clinico e psicoterapeuta individuale e di gruppo. Si è specializzata in psiconcologia e fa parte del direttivo dell’Associazione Moby Dick, dove svolge inoltre attività di sostegno psicologico ai pazienti oncologici e di patologie organiche gravi e attività didattica nei corsi di
formazione nella materia per psicologi e volontari

INFORMAZIONI
Dott. Bianca Pescatori – 3356902469
pescatoribianca@tiscali.it

Dott. Raffaella Restuccia – 3396037240
Raffaella.restuccia@libero.it

Associazione Moby Dick
Via Novara 41 – Roma
Moby-Dick@tiscali.it
Tel. 06/85358905

Advertisements
Published in: on febbraio 3, 2006 at 10:52 am  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://pagineblu.wordpress.com/2006/02/03/la-morte-il-lutto-la-perdita-il-significato-della-morta-nella-nostra-vita-quotidiana/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: